SPECIALE: Come compilare modulo denuncia possesso Trachemys scripta.

    Home
  1. Schede Tartarughe Acquatiche
  2. Tartarughe in via d'Estinzione
  3. Batagur affinis la tartaruga delle famiglie reali asiatiche

Batagur affinis la tartaruga delle famiglie reali asiatiche

Protetta per secoli dalle famiglie reali e da una tradizione non scritta. Oggi la Batagur affinis si estingue a causa della modernità.

- Foto: 'Turtles of the World 8th edition'. -

Nell'articolo precedente ho presentato la tartaruga acquatica del Madagascar, Erymnochelys madagascariensis. Adesso un nuovo capitolo si aggiunge alle tartarughe d'acqua dolce del genere Batagur, riportandoci tra le tartarughe asiatiche in via d'estinzione: la Batagur affinis.

Conoscerai la sua storia, diventata sempre più complicata a seguito della scoperta della nuova sottospecie edwardmolli. Gli erpetologi e gli enti che si occupano di salvaguardare queste specie di tartarughe dall'estinzione, si trovano ora a dover difendere il genere Batagur su più fronti con programmi sempre più frammentati. Ricorderai le vicende della Batagur baska che lotta contro il tempo per la sopravvivenza e della Batagur trivittata la cui nuova vita è stata benedetta dal monaco buddista.

Prima di iniziare

Prima di partire con la spiegazione dell'habitat naturale, delle caratteristiche fisiche, l'alimentazione della Batagur affinis. Sarà interessante conoscere la storia legata al ritrovamento in Cambogia di alcuni esemplari superstiti e le successive indagini che hanno portato alla scoperta di una nuova sottospecie.

Il menu qui sotto ti guiderà nella lettura.

1. Scheda sintetica6. Caratteristiche fisiche
2. Cambogia: la tartaruga del Re7. Riproduzione
3. La Batagur affinis edwardmolli8. Alimentazione
4. Habitat naturale9. Conclusioni
5. La popolazione in Malesia10. Bibliografia
Combatti le alghe!

Filtro con Raggi UVC

Scheda sintetica Batagur affinis

CategoriaDati
ScopritoreCantor
Anno della scoperta1847
FamigliaGeoemydidae
HabitatCambodia, Indonesia (Sumatra), Malesia (Peninsulare), Singapore (estirpata, reintrodotta), Thailand, Vietnam (estirpata)
CITESAppendice I
IUCN Red ListCritically endangered
Nome ingleseSouthern River Terrapin

arrow up

In Cambogia è la tartaruga del Re

Tradizionalmente in cambogia la Batagur affinis è considerata la tartaruga del Re, perché solo la famiglia reale ne poteva mangiare le uova. Per noi europei può sembrare un atto non rispettoso degli animali. Questa tradizione nazionale, in realtà, spiega quanto fosse venerata e stimata questa tartaruga in Cambogia. Lì è conosciuta come Cambodia’s Royal Turtle, tradotto in inglese.

Ma i secoli passano e le tradizioni mutano. Le esigenze economiche e la fame del popolo, offuscano ogni sentimento di rispetto.

Le foreste diventano negli ultimi decenni fonte di reddito. Gli alberi, tagliati in massa per "costruire il futuro" di altri posti, navigano i fiumi attentando alla vita delle malcapitate tartarughe. La sabbia dei fiumi diventa la miniera d'oro della Cambogia. Tonnellate e tonnellate di sabbia dove la B. affinis deponeva le uova vengono avviate all'edilizia. Gli ambienti naturali subiscono uno stravolgimento completo a cui si unisce l'inquinamento delle acque.

La fine della tartaruga tanto rispettata per secoli, sembra essere giunta.

La spedizione del 2000 porta nuova speranza

Fino all'anno 2000 la Batagur affinis è considerata estinta in Cambogia. Ma una spedizione di erpetologi della Wildlife Conservation Society dà nuova speranza alla Cambodia’s Royal Turtle. Una piccola popolazione viene scoperta presso il fiume Sre Ambel.

Il progetto di salvaguardia della Batagur affinis in Cambogia

Il ministero della pesca cambogiano in partnership con la Wildlife Conservation Society, nel 2001 organizzano un progetto di salvaguardia della Batagur affinis.

Il progetto prevede la collaborazione di ex raccoglitori di uova dei villaggi prossimi alle rive del fiume Sre Ambel, dove la Cambodia’s Royal Turtle depone le uova. Queste persone sono pagate per controllare le uova, diventando per loro una attività lavorativa che porta alla famiglia un ingresso economico importante. Un bel cambiamento di prospettiva.

Dal 2005 poi, la specie è protetta da un regio decreto. Ma la tartaruga del Re serba un'altra sorpresa per la comunità scientifica.

arrow up

La Batagur affinis edwardmolli

Nel 2009 un gruppo di ricercatori mette in discussione la specie cambogiana e afferma che si tratta di una nuova sottospecie. Le analisi genetiche sulla tartaruga del Re confermano: è una sottospecie distinta. La tartaruga acquatica assume il nome di Batagur affinis edwardmolli, distinguendosi dalla Batagur affinis affinis descritta fino a ora.

La B. a. edwardmolli si trova in cambogia lungo il fiume Sre Ambel e abita la costa est della Malesia. La specie che abita a ovest della Malesia e sull'isola di Sumatra, è la Batagur a. affinis.

La nuova sottospecie è conosciuta col nome comune inglese di Eastern Malay River Terrapin. Gli scopritori sono: Praschag, Holloway, Georges, Päckert, Hundsdörfer e Fritz. L'anno della scoperta è il 2009.

arrow up

Le aree naturali dove vive la Batagur affinis

Scopriamo ora tutte le aree naturali dove vive la Batagur affinis.

La Batagur affinis affinis abita le regioni:

  • ad ovest della Malesia,
  • ad est di Sumatra (Indonesia),
  • nella Tailandia meridionale.

La tartaruga d'acqua dolce è formalmente estinta nel fiume Mekong in Vietnam, dove però alcuni animali potrebbero ancora essere in vita.

Scavi archeologici hanno invece rintracciato resti di tartaruga riconducibili alla B. affinis. Questi ritrovamenti fanno ipotizzare che anticamente la B. affinis popolasse tutti i grandi fiumi che sfociano nel Mar Cinese Meridionale.

Tra le mangrovie degli estuari

Le indagini condotte nel 2015 hanno fornito informazioni più precise sull'habitat della Batagur affinis. Ora si conoscono i luoghi frequentati dalla tartaruga. Vive prevalentemente:

  • negli estuari tra le foreste di mangrovie,
  • nelle sezioni più basse dei fiumi,
  • nelle lagune lungo le coste dove la marea ha la sua influenza.

- In rosso la sottospecie affinis. In viola la edwardmolli. Foto: 'Turtles of the World 8th edition'. -

arrow up

La popolazione di B. affinis in Malesia

Prima della seconda guerra mondiale, il fiume Perak in Malesia era il paradiso di oltre 10.000 esemplari di tartarughe Batagur affinis. Si stima che producessero tra le 375 mila e le 500 mila uova l'anno.

Dal 1940 in poi arriva l'occupazione giapponese nel paese e il cibo durante la guerra scarseggia. Le uova di tartaruga fino ad allora protette da una legge non scritta che ne autorizzava la raccolta solo da parte della famiglia reale, sfamano la popolazione locale.

Così la popolazione di tartarughe d'acqua dolce Tuntung sungai (nome malese) viene decimata. Un sondaggio condotto nel 1976 ha stimato una popolazione di femmine mature tra i 400 e 1200 esemplari e una produzione annuale di 20 mila uova.

Nonostante negli anni i luoghi di nidificazione siano stati monitorati fino ai giorni nostri, le statistiche hanno contabilizzato un calo costante delle nidificazioni.

I fattori sono tanti:

  • l'inquinamento delle acque,
  • lo sfruttamento della sabbia dei fiumi,
  • la costruzione di dighe.

- Foto di: P.N. Chen. -

arrow up

Caratteristiche fisiche

Le femmine di Batagur affinis raggiungono le dimensioni record di 60 cm e il peso di 35 kg. I maschi restano più piccoli delle femmine: massimo 49 centimetri di lunghezza carapace.

Il colore dei piccoli è sul verde e differisce di molto rispetto all'età adulta, in cui i colori si scuriscono.

Presenta delle narici molto pronunciate che caratterizzano tutta la specie Batagur. Le zampe anteriori presentano quattro artigli.

Il maschio è sicuramente quello più originale. Durante la stagione degli amori la testa, il collo e i piedi diventano neri come il carbone, l'iride degli occhi muta dal color crema al bianco.

arrow up

Maturità sessuale

Le femmine diventano adulte raggiunti i 45 cm di carapace all'età di 9 anni in cattività. Ma in natura potrebbe impiegare fino a 25 anni. I maschi raggiungono la maturità sessuale intorno ai 40 centimetri.

Durante la stagione della deposizione (gennaio - marzo), la femmina depone fino a 26 uova in 3 nidificazioni differenti. Nidifica su banchi di sabbia: indistintamente su sabbia di fiume o di mare. La femmina è capace di migrare fino a 80 km di distanza dal luogo originario, in cerca del luogo migliore dove deporre le uova.

arrow up

Alimentazione della Batagur affinis affinis

Gli adulti sono principalmente erbivori. Si nutrono di mangrovie (Sonneratia sp.), di carici (Scleria sp.), vite di pino (Pandanus sp.), colocasia (Ficus sp.), giacinto d'acqua (Eichornia crassipes).

arrow up

Prima di concludere

Hai conosciuto la storia e le caratteristiche della batagur affinis e della edwardmolli. Il viaggio alla scoperta delle tartarughe d'acqua dolce in via d'estinzione prosegue con altre specie da raccontare. Tieniti aggiornato attraverso la pagina Facebook o l'account Twitter.

Qui sotto la consueta bibliografia dalla quale partire per scoprire molto più di quanto si possa raccontare in un unico articolo.

Bibliografia

 

arrow up

Prodotti Suggeriti

Sabbia e ghiaia per tartarughiera    › Riscaldatore Tetra HT 100W    › Filtro interno Hydor Crystal Duo 40-90    › EHEIM 3531000 aspirarifiuti a batteria estensibile    › Lampada repti glo UVB 5.0 25watt ExoTerra    › Portalampada con pinza flessibile attacco E27    › Visita il Ruga Shop

Articoli Recenti

Tartarughe da Colorare e Stampare Gratis per Bambini    › Cyclanorbis elegans: scheda tartaruga africana del Sahel    › Myuchelys georgesi. Tartaruga colpita da misterioso virus    › Batagur borneoensis e l'Angelo custode    › Aggiornato elenco 25 tartarughe a rischio estinzione 2018