Home
  1. Associazioni Tartarughe e Enti Internazionali
  2. Turtle Conservancy: salvare Tartarughe per salvare Pianeta

Turtle Conservancy: salvare le tartarughe per salvare il pianeta

Turtle Conservancy, dal 2009 un programma internazionale che ha come missione salvare le Tartarughe per salvare il Pianeta.

- Foto di Jude Infantini da Unsplash.com. -

Salvi le tartarughe, salvi il pianeta, questo il motto e l'obiettivo del Turtle Conservancy (TC) dal 2009 anno della sua fondazione. Attraverso programmi di salvaguardia delle specie più delicate e a maggior rischio di estinzione, i suoi fondatori conducono programmi di tutela a favore delle tartarughe terrestri e d'acqua dolce dal Messico al Madagascar, fino al Myanmar.

Ma quella del Turtle Conservancy non è una storia breve come la sua data di nascita lascerebbe intendere, dietro vi è una lunga storia di conservazione che inizia nel 1974, ad opera del Wildlife Conservation Society.

Curioso/a di saperne di più? Inizia la lettura attraverso il menu o scorri la pagina per leggere tutto il testo. Buona tarta lettura. 🐢

Riscaldatore Tartarughiere & Acquari

Cos'è il Turtle Conservancy?

Per comprendere l'opera di una associazione come il Turtle Conservancy, un video vale più di mille parole. Ti propongo quindi di guardare il video qui sotto, in un minuto comprenderai cos'è il Turtle Conservancy e qual è la sua attività quotidiana, svolta a salvaguardia delle tartarughe ma anche a favore delle comunità di persone locali.

La missione è chiara, proteggere le tartarughe e il loro habitat naturale ovunque, e perché ciò si possa concretizzare, la visione del TC è di creare le condizioni affinché le tartarughe possano vivere in natura e non presso i centri di preservazione delle specie.

Storia del Turtle Conservancy

Il Turtle Conservancy nasce solo nel 2009, ma la sua storia ha radici profonde diramatesi nei decenni ad opera di un ricercatore in particolare, John L. Behler.

Nel 1974 il Wildlife Conservation Society (WCS) crea il Wildlife Survival Center sull'isola di St. Catherines a pochi chilometri dalle coste della Georgia (USA). Questo progetto non nasceva specifico per le tartarughe, ma includeva l'antilope, la tartaruga gigante, l'orice d'Arabia e altri animali che a quel tempo rischiavano di sparire dai luoghi di origine.

Gli anni passano e nel 1979 il nuovo direttore, John L. Behler porta sull'isola il programma della tartaruga Radiata, che a partire dal 1960 era stata cacciata a più riprese nel Madagascar per essere importata negli Stati Uniti d'America. Nel 1985 il progetto di salvaguardia viene ampliato, ed include varie specie di tartarughe del Madagascar e del sud-est asiatico.

Nel 2003 la scelta del WCS di chiudere il suo programma sull'isola di St. Catherines, mette a repentaglio tutto il lavoro fino ad allora condotto: gli animali lì presenti devono trovare una nuova casa. John Behler, supportato da Eric Goode e Maurice Rodrigues, decidono di continuare il progetto di tutela delle tartarughe da un'altra parte. L'obiettivo è assicurare un futuro alla colonia di tartarughe costruita sull'isola in oltre 30 anni di attività. La nuova casa viene trovata in California nel 2004, in una località le cui caratteristiche climatiche sono paragonabili al clima mediterraneo.

Nasce così il nuovo Chelonian Conservation Center con costruzioni ecosostenibili dedicate alla gestione dei nuovi nati, degli esemplari da collocare in quarantena, laghetti all'aperto e habitat per le tartarughe terrestri. Il centro apre al termine di un anno di lavori.

Nel 2006 il centro prende il nome di Behler Chelonian Center (BCC), in memoria di J. Behler che nel frattempo muore.

Si arriva quindi al 2009, quando gli "eredi" del progetto di J. Behler decidono di costituire il Turtle Conservancy affidandogli la missione di perpetuare la visione di Behler, espandendola però in tutto il mondo.

Dalla data di costituzione i progetti si sono moltiplicati e le collaborazioni internazionali sono diventate sempre più importanti. Nel 2013, ad esempio, il BCC ha inviato 5 Golden coin turtles al giardino botanico Kadoorie di Hong Kong, centro di conservazione che in seguito ha pianificato il rilascio in natura degli esemplari ricevuti.

Video del Centro di conservazione Behler

Il video qui sotto restituisce una bella panoramica del Behler Chelonian Center e dei suoi ospiti. 🐢 Il centro è ora parte dell'AZA, Associazione degli zoo e degli acquari.

Progetti del Turtle Conservancy

Il Turtle Concervancy ha 13 progetti all'attivo, gestiti direttamente o attraverso gruppi di volontari e volontarie locali che conducono programmi di salvaguardia e di ripopolamento. Come ad esempio in Long Beach Island dove le tartarughe dorso di diamante rinascono grazie a un progetto cofinanziato dal TC.

Altri progetti sono attivi in Madagascar, a protezioen della Astrochelys yniphora in associazione con il Durrell Wildlife Conservation Trust.

Ed ancora nelle Filippine, nella foresta di Palawan, dove è nato un programma di reintroduzione in natura di Siebenrockiella leytensis sequestrate ai bracconieri.

Accanto ai programmi locali, il Turtle Conservancy svolge anche una attività di promozione che negli anni ha coinvolto numerosi personaggi famosi del mondo del cinema americano. Questa attività, più promozionale, è comunque funzionale alla causa perché rivolta al reperimento di fondi.

Chi volesse partecipare lo può fare visitando la pagina delle donazioni sul sito ufficiale del Turtle Conservancy: www.turtleconservancy.org/donate.

Concludendo

Un mondo davero affascinante quello delle tartrughe e che coinvolge migliaia di persone, intente a proteggerle dai cambiamenti climatici e dalla distruzione dei loro ambienti di vita originari.

Una battaglia quotidiana e spesso silenziosa, tuttavia attiva e tenace, costante.

Il sito web ufficiale è questo: www.turtleconservancy.org.

 

arrow up

Prodotti Utili

Sabbia e ghiaia per tartarughiera    › Riscaldatore Tetra Reptoheater RHT 50    › Filtro interno Hydor Crystal Duo 40-90    › EHEIM 3531000 aspirarifiuti a batteria estensibile    › Lampada repti glo UVB 5.0 25watt ExoTerra    › Portalampada con pinza flessibile attacco E27    › Visita il Ruga Shop

Leggi Anche

Cos'è il Chelonian Research Foundation?    › #IUCNCongress 2020 riscossa della Natura è iniziata    › Amazzonia. Tartarughe tra vittime devastanti incendi    › Testuggine di Bell Smithsonian National Zoo Washington    › Alessandria, Villaggio Fotovoltaico. Tartarughe Laghetto con SCUD