Home
  1. Tartarughe News
  2. Amazzonia. Anche le tartarughe tra le vittime degli incendi

Amazzonia. Anche le tartarughe tra le vittime degli incendi

Brucia l'Amazzonia e con essa muoiono le tartarughe e tutti gli animali che la abitano. Bolsonaro minimizza.

- Foto via Twitter. -

L'Amazzonia brucia e con essa anche le tartarughe che abitano la più grande foresta del mondo. Il bioma dell'Amazzonia si consuma, anno dopo anno, a causa della deforestazione selvaggia per lasciare spazio alle colture, e dove disboscare è troppo oneroso e difficile si appicca il fuoco.

È cronaca delle ultime settimane l'impegno dell'intera comunità internazionale che si è mobilitata a favore dell'Amazzonia, addirittura sono stati costretti a scomodarsi i capi di governo riuniti a Biarritz, in Francia, durante il recente G7. Ne ha parlato anche il papa, che ha invitato i credenti a pregare per l'Amazzonia e ancora le numerose manifestazioni di piazza a supporto dell'Amazzonia e delle comunità di indios che ancora vivono in simbiosi con il polmone del mondo, o quel che ne resta.

(Speriamo nulla di grave sia accaduto alle tartarughe Podocnemis expansa che da 40 anni sono protette in Amazzonia dalla comunità locale).


Laghetto da giardino

🔥 Brucia l'Amazzonia

Bruciano gli alberi, bruciano gli animali, bruciano le tartarughe. Raccapricciante ma è così, ed anche peggio di così.

Solo in questi primi otto mesi del 2019, è andata in fumo una superficie stimata grande quanto la Germania. 41.858 incendi nel 2019 contro i circa 22.000 di tutto il 2018, riporta Mongabay.com.

Il presidente del Brasile Bolsonaro ha definito gli incendi nella norma degli ultimi 15 anni, ascrivendoli a incendi dovuti all'eccessivo surriscaldamento. Quindi è tutta colpa del caldo per Bolsonaro, ma c'è chi può sconfessarlo con dati scientifici, foto aeree e satellitari.

Il direttore scientifico dell'IPAM, Ane Alencar, spiega chiaramente cosa sta avvenendo in Amazzonia: Quello che sta accadendo è che le persone tagliano la vegetazione e la bruciano.

Semplice.

Deforestazione illegale autorizzata

La deforestazione illegale è in realtà stata appoggiata dal nuovo presidente Bolsonaro, che intende così ipersfruttare il terreno dell'Amazzonia a favore delle grandi aziende agricole esportatrici di prodotti agricoli.

Ma il risultato della deforestazione e dell'ipersfruttamento dei terreni agricoli è l'impoverimento della terra che, al termine di questo devastante ciclo, porta alla desertificazione. Il terreno, se troppo sfruttato, si impoverisce e diventa simile a polvere. Qualcosa di già noto da tempo alla comunità scientifica e che si verifica anche in altre parti del pianeta, Italia compresa. Ma in Amazzonia assume una portata globale per l'importanza che la foresta riveste nell'equilibro del clima mondiale.

Embargo sui prodotti agricoli brasiliani

Alcuni Paesi presenti al già citato G7 di Biarritz, hanno minacciato il governo brasiliano di istituire sanzioni contro il paese. Verrebbe cioè applicato un embargo ai prodotti agricoli brasiliani, allo scopo di colpire le aziende che deforestano indiscrimintamente, così da costringere governo e imprese agricole brasiliane a desistere.

Bolsonaro, spinto dal ministro dell'agricoltura, si è trovato costretto a modificare la sua strategia, tant'è che ha inviato circa 40 mila soldati a spegnere gli incendi.

Ma le cose stanno così, il Brasile come altri paesi del mondo ricchi di foreste, deforestano per fare spazio all'agricoltura, ma non a una agricoltura di sussistenza, no, si tratta di una agricoltura industriale volta a dar da mangiare ai paesi stranieri.

Sono prodotti agricoli che arrivano anche sulle nostre tavole e se non direttamente, vi arrivano come ingredienti presenti in cibi industriali.

Letterlamente, ci stiamo mangiando l'Amazzonia. Ci stiamo mangiando il Pianeta sul quale viviamo.

Intanto, in Amazzonia, anche le tartarughe continuano a morire.

 

arrow up

Prodotti Utili

Sabbia e ghiaia per tartarughiera    › Riscaldatore Tetra Reptoheater RHT 50    › Filtro interno Hydor Crystal Duo 40-90    › EHEIM 3531000 aspirarifiuti a batteria estensibile    › Lampada repti glo UVB 5.0 25watt ExoTerra    › Portalampada con pinza flessibile attacco E27    › Visita il Ruga Shop

Leggi Anche

Amazzonia. Tartarughe tra vittime devastanti incendi    › Testuggine di Bell Smithsonian National Zoo Washington    › Alessandria, Villaggio Fotovoltaico. Tartarughe Laghetto con SCUD    › Misteriosa malattia carapace tartaruga Actinemys marmorata    › Inchiesta in Messico svela traffico di Tartarughe e Coccodrilli