Tarta Regali di Natale Scegli tra i Tarta Regali di Natale 2017!

    Home   
  1. Fai Da Te
  2. Filtro tartarughiera a immersione fai da te

Filtro tartarughiera a immersione fai da te

Come auto costruirsi un sistema di filtraggio a immersione per la tartaruga acquatica


Filtro immersione fai da te tartarughiera

Una volta adottata una tartarughiera più grande per Ruga, ecco nascere la necessità di inserire un filtro nel contenitore in plastica da 40 litri che le ho comprato nel centro commerciale. Mentre realizzavo il filtro fai da te, ho temporaneamente dotato la vasca di un filtro temporaneo/tampone.

Per realizzare questo filtro ho navigato molto il web. In realtà avrei voluto crearne uno da esterno, però mi sono scontrato con i miei "limiti tecnici" e quindi ho adottato un filtro da interno che semplifica molto il lavoro. I materiali usati sono molto semplici e c'è poco lavorio intorno. In 3-4 ore, una persona poco pratica come me è riuscita a realizzarlo. Vediamo anzitutto quali materiali occorrono.

Fuori nota

Perché dotarsi di un filtro quando si può benissimo sostituire l'acqua quando serve?

L'acqua della tartaruga puzza dopo pochi giorni, in special modo d'estate. Ciò vuole dire frequenti sostituzioni settimanali: una volta ogni 2 giorni. La sostituzione dell'acqua richiede molto tempo e alti consumi d'acqua. L'acqua è un bene prezioso. Una pompa buona è di basso consumo energetico. E poi ci semplifichiamo la vita!!

I materiali

Quelli che seguono sono i materiali da me utilizzati per ridurre al minimo il costo di realizzazione. Chi vorrà, come materiali filtranti, potrà usare anche quelli a disposizione: pietre vulcaniche e altri prodotti commerciali.

Spugne da docciauna bottigliaun pezzo di tubo da giardinoun po' di rete in plasticafiltro per cappa biancofiltro ai carboni attivimateriali plastici foratipompa a immersione.

Una delle parti principali del nostro filtro a immersione fai da te è la bottiglia. Quest'ultima deve essere grande a sufficienza per filtrare la nostra tartarughiera. Nel mio caso ho adottato una bottiglia da 1 litro, che più o meno va bene. Se avete una vasca di litraggio alto dovrete pensare a una bottiglia più grande. Consiglio bottiglie di plastica resistente, non quelle dell'acqua minerale quindi: si rompono molto facilmente. Bottiglie in plastica di succhi di frutta, Coca-Cola, sono più resistenti.

Seconda parte fondamentale la pompa. Anche questa deve essere idonea per il nostro acquaterrario. Non vi consiglio le pompe cinesi. Sì, costano meno, ma le buttate via prima e dovrete comprarne una seconda. Tanto vale spendere subito i soldi per una buona. Ne troverete tante in giro. Non dico la marca della mia per non fare pubblicità. Si tratta comunque di una pompa da 800l/h, sovradimensionata addirittura per la mia tartarughiera, che consuma solo 10watt/ora.

Il materiale filtrante. Ho utilizzato delle comuni spugne acquistate al supermercato. Assicuratevi solo che non perdano il loro colore, quindi meglio se le trovate bianche. Il mio supermercato ne era sprovvisto ed ho ripiegato su quelle blu — mio colore preferito :). Lavatele con sola acqua prima di usarle.

Come altro materiale filtrante ho utilizzato del filtro per cappa comune con l'aggiunta di un filtro ai carboni attivi. Quest'ultimo spesso è venduto nella stessa confezione del filtro per cappa da cucina. Lavate pure questi materiali.

Attrezzi

Questa la lista degli attrezzi e dei materiali da bricolage necessari:

Cuttersilicone trasparentepennarelloforbici.

Procedimento

Partiamo con il forare il tappo della bottiglia, dove inseriremo la pompa a immersione. Prendete lo spezzone di tubo da giardino e poggiatelo sul tappo con una delle estremità. Con un pennarello disegnate tutto intorno la sua sagoma. Prendete ora un cutter e ritagliate la parte di tappo centrale disegnata.

Ora introducete lo spezzone di tubo da giardino nel foro e siliconate tutto intorno: dentro e fuori. Mettete ad asciugare. Il risultato finale è quello descritto nell'immagine sotto. La lunghezza del tubo dipende dalle vostre esigenze, mentre il diametro dalla pompa. Non esagerate con la lunghezza, non create curve e rispettate le capacità di pescaggio indicate sul manuale della pompa a immersione.

Tubo siliconato

Prendiamo ora la bottiglia scelta e la rete in plastica. Poggiamo il fondo della bottiglia sulla rete e con il pennarello realizziamo un disegno lungo il bordo della bottiglia stessa. Avremo così una circonferenza da tagliare con le forbici. Il pezzo di rete circolare servirà da applicare al fondo della bottiglia.

Tagliamo il fondo della bottiglia. Non tutto, fate un cerchio al centro, così da lasciare un po' di margine: servirà. Ed ecco il risultato finale descritto nell'immagine sotto. Per aumentare la capacità di aspirazione, potete praticare dei fori, con un punteruolo o un chiodo, lungo le pareti della bottiglia, nella parte più vicina al fondo.

bottiglia con rete

Siamo a buon punto. Ora passiamo ai materiali filtranti. Nel mio caso ho utilizzato due spugne, tagliate a grandi pezzi. Quindi ho tagliato dei pezzi circolari di filtro per cappa. Il materiale plastico è di risulta e l'ho poggiato sul fondo della bottiglia per un primo filtraggio grossolano.

Spugne blu  filtro per cappa

materiale plastico

Passiamo al riempimento della bottiglia. Sul fondo della bottiglia inserite la rete precedentemente tagliata. Dall'alto, introducete prima il materiale per il filtraggio grossolano e/o biologico. Quindi inserite i pezzi di spugna: sembrano non entraci, spingete con un un fine bastone di qualsiasi materiale, per fare spazio all'interno della bottiglia. Ora introducete il filtro ai carboni attivi, facendo in modo che copra completamente la spugna. Per ultimo il filtro per cappa bianco.

La bottiglia con i suoi materiali filtranti è pronta.

bottiglia filtro acquatico

Torniamo al nostro tappo. Prima di passare al collegamento alla pompa, vorrei suggerirvi quanto segue. Dalla parte di tubo che andrà all'interno della bottiglia, ho creato una "griglia" con la rete in plastica usata per il fondo della bottiglia: la griglia è chiusa sulla parte frontale. Guardate l'immagine qui sotto per maggiore chiarezza. L'elastico verde non sarà necessario.

griglia di filtraggio

In base al tipo di pompa a immersione che utilizzate, avrete un ingresso diverso. Nella maggior parte dei casi è parte integrante della pompa. Nel mio caso, invece, ho dovuto montare un accessorio in dotazione alla pompa stessa, per impostarlo sulla portata massima. Quindi ho inserito prima l'adattatore nel tubo ed avvitato il tutto alla bottiglia: guardate le immagini sotto. Non sarà necessario usare colla sigillante tra tubo e pompa. Al massimo usate una fascetta per tubi, che sia in plastica: il metallo si arrugginisce in acqua e discioglie materiali pericolosi per gli abitanti acquatici.

montaggio optional  bottiglia e tubo

Una volta che il filtro è stato costruito, il tubo di raccordo fissato al tappo della bottiglia e abbiamo aggiunto gli eventuali accessori della pompa, installiamo la pompa sul filtro.

pompa e filtro tartarughiera

Fatto. Il lavoro è terminato. Guardate la prima foto in cima all'articolo per apprezzare il risultato finale. Nella foto scorgerete anche Ruga mentre curiosa nei pressi del nuovo arrivato. Se la vostra tartaruga lo morderà, nessun problema è normale. Le tartarughe non hanno molti altri modi di esplorare le cose.

Non resta che immergere il sistema in acqua, far uscire quanta più aria possibile dalla bottiglia e quindi avviare la pompa. Quest'ultima è solitamente dotata di ventose per il fissaggio alle pareti dell'acquario o tartarughiera che sia. In aggiunta potrete dotare anche la bottiglia di ventose per tenerla salda sul fondo o dove prevedete di posizionarla. Io sono ancora in cerca delle ventose...

Suggerimenti finali e accessori

Immergete l'unità filtrante in una bacinella d'acqua o posizionatela sotto l'acqua corrente, prima di immergere il sistema nella tartarughiera. Ciò vi faciliterà nel far fuoriuscire l'aria dalla bottiglia una volta immersa nell'acquaterrario.

Per r automatizzare il funzionamento della pompa, ho collegato la spina elettrica a un temporizzatore analogico. In questo modo al mattino si accende da solo e la notte si stacca in automatico, senza il mio intervento. Basterà impostare gli orari. Con questa soluzione salvate anche la vostra bolletta energetica.

 

 

arrow up

Articoli Recenti

Cuora mccordi. Storia, Habitat naturale e Alimentazione    › Carbomax Pro Haquoss. Carbone attivo vegetale per filtro    › Cuora zhoui, tartaruga scoperta nei mercati cinesi    › Grotta in terracotta per tartaruga d'acqua dolce    › Batagur trivittata, nuova vita benedetta dal monaco buddista

Prodotti Suggeriti

Riscaldatore sommergibile Anself    › Sterilizzatore germicida UVC interno 0.5W    › Aquaflow Technology Filtro 3 strati + UV    › Lampada repti glo UVB 5.0 25watt ExoTerra    › Portalampada con pinza flessibile attacco E27    › Visita il Ruga Shop