Home
  1. Tartarughe News
  2. TSA simula Diapausa artificiale: nate 68 Tartarughe Hardella thurjii

Il TSA simula la diapausa artificiale: nascono 68 tartarughe Hardella thurjii

Diapausa artificiale simulata con successo dal Turtle Survival Alliance (TSA) in India sulla tartaruga d'acqua dolce Hardella thurjii.

- Foto: Hardella thurjii. -

Riuscita con successo l'incubazione con diapausa artificiale della tartaruga d'acqua dolce Hardella thurjii, presso il Laboratorio di biologia acquatica di Lucknow in India. Lo comunica il Turtle Survival Alliance (TSA), con un lungo articolo sul sito ufficiale, datato 6 giugno.

Il 22 maggio sono nate 68 tartarughe su 84 uova e il 30 maggio tutte le uova vitali hanno completato la cova, durata otto mesi. La sperimentazione della nuova tecnica porta dal 50% all'80% le probabilità che questa specie di tartaruga porti a termine con successo l'incubazione artificiale.

Le 84 uova, raccolte a novembre 2018 da nove differenti nidi, provengono dai banchi di sabbia del fiume Sarayu, nello stato indiano dello Uttar Pradesh.

Per la buona riuscita del progetto sperimentale hanno partecipato il TSA, il Wildlife Conservation Society (WCS) India, l'Uttar Pradesh Forest and Wildlife Department.

Potrebbe interessarti: In India le tartarughe si riproducono nei templi Indù.


Laghetto da giardino

Cos'è la diapausa

La diapausa è una speciale fase di arresto nello sviluppo delle tartarughe d'acqua dolce, molto frequente nelle tartarughe acquatiche dell'India.

Essa si verifica durante la stagione del monsone, caratterizzata da violente piogge che inondano i nidi costruiti lungo i banchi di sabbia fluviali.

Durante le inondazioni, le uova attivano una protezione naturale che blocca temporaneamente lo sviluppo della tartaruga all'interno dell'uovo. Passato il monsone, l'uovo riattiva lo sviluppo consentendo alla tartaruga di proseguire l'incubazione.

Ora questo complesso e straordinario processo naturale è stato attivato in modo artificiale durante l'incubazione in laboratorio della tartaruga di fiume coronata (Hardella thurjii).

Cenni sulla tartaruga di fiume coronata (Hardella thurjii)

La tartaruga di fiume coronata è una grande tartaruga d'acqua dolce che vive nei grandi bacini d'acqua come i fiumi Gange, Brahmaputra e Indu, tra gli stati dell'India, del Bangladesh, del Nepal e del Pakistan.

Hardella thurjii è l'unica specie rimasta del genere Hardella, la specie è inserita nella lista delle tartarughe in via di estinzione stilata dallo IUCN (IUCN Red List).

Il motivo del declino della tartaruga di fiume coronata è tristemente lo stesso che accomuna tutte le altre specie di tartarughe: distruzione degli ambienti naturali in cui vivono, e la caccia degli esemplari.

Il TSA India conduce uno studio costante della specie a nord del fiume Sarayu. Grazie a questo monitoraggio e studio continuo, si è potuto conoscere di più di una specie poco nota perché passa gran parte del suo tempo in acqua.

Sulla specie, poi, si avevano notizie contraddittorie e la ricerca ha lo scopo di fare chiarezza in particolare sull'aspetto riproduttivo, perché conoscere queste informazioni è di vitale importanza per la sopravvivenza della specie stessa.

Fonte: https://turtlesurvival.org.

Foto: A review of distribution, threats, conservation and status of freshwater turtles in Sindh. - Scientific Figure on ResearchGate. Available from: https://www.researchgate.net/figure/Hardella-thurjii-Crowned-River-Turtle_fig3_308928347 [accessed 9 Jun, 2019].

 

arrow up

Prodotti Utili

Sabbia e ghiaia per tartarughiera    › Riscaldatore Tetra Reptoheater RHT 50    › Filtro interno Hydor Crystal Duo 40-90    › EHEIM 3531000 aspirarifiuti a batteria estensibile    › Lampada repti glo UVB 5.0 25watt ExoTerra    › Portalampada con pinza flessibile attacco E27    › Visita il Ruga Shop

Leggi Anche

Amazzonia. Tartarughe tra vittime devastanti incendi    › Testuggine di Bell Smithsonian National Zoo Washington    › Alessandria, Villaggio Fotovoltaico. Tartarughe Laghetto con SCUD    › Misteriosa malattia carapace tartaruga Actinemys marmorata    › Inchiesta in Messico svela traffico di Tartarughe e Coccodrilli